Articoli

articoli a cura di Dentisti Italia

Il Dentista dei Bambini

  • articolo a cura di Dentisti Italia


Un dentista per bambini, oltre che di una grande preparazione, deve essere dotato di un talento naturale e di un’umanità speciale che lo facciano rapportare con successo ai piccoli pazienti e ai loro genitori.

Noi dello Studio CASELLA sappiamo quanto sia importante educare alla salute dentale fin dalla più tenera infanzia. I bambini devono imparare presto a lavarsi i denti correttamente e seguire una dieta che non faciliti la carie. Anche se i “denti da latte” non sono definitivi, dentista e paziente devono prendersene cura, per poter garantire la salute di tutto il cavo orale e porre le basi per un approccio corretto e sistematico in favore dell’igiene dentale. Nella nostra struttura si trattano con successo le più varie e precoci patologie infantili, come ascessi, pulpiti o sindrome da biberon. Un’altra specializzazione pediatrica del nostro staff è rappresentata dall’ortodonzia infantile, che permette d’intervenire presto con apparecchi in grado di correggere difetti sia di tipo estetico sia meccanico. Attualmente anche in questo campo, come in quello dedicato agli adulti, si sta andando verso l’utilizzo di apparecchi sempre meno appariscenti ed esteticamente mortificanti. Le dimensioni sono sempre più ridotte ed i materiali quasi completamente invisibili.


La pulizia dei denti da latte è necessaria

Fin da piccoli i bambini vanno educati ad una scrupolosa igiene del cavo orale. I primi dentini andrebbero delicatamente puliti con uno spazzolino apposito, in commercio ce ne sono ormai in abbondanza, con setole molto morbide. Non si deve usare il dentifricio, solo acqua. La pasta verrà introdotta all’età di tre anni e in piccolissime dosi, anche per scongiurare che vada ingoiata anziché espulsa. Ovviamente sarà il genitore ad effettuare la pulizia, fino a quando il bambino riuscirà a farlo da solo. Per incoraggiarlo conviene sempre congratularsi alla fine di ogni seduta e magari scegliere uno spazzolino di suo gradimento per disegni e colori. Sono piccole attenzioni che possono far maturare un sano atteggiamento nei confronti della pulizia.


I denti da latte e le paure dei più piccoli

Fra gli scopi principali della pedodonzia c’è quello di verificare la presenza di carie, indagando anche sull’alimentazione del bambino per individuare possibili fattori che potrebbero favorirne l’insorgere, e curare la patologia qualora essa sia già in atto.

Di fondamentale importanza è poi l’interazione con il genitore, che dovrà essere informato, insieme al proprio bambino, sulle varie procedure preventive attuabili a domicilio al fine di prevenire disturbi a livello del cavo orale o per preservare la risoluzione ottenuta grazie a trattamento odontoiatrico.

Oltre a prevenire e/o curare l’insorgenza di lesioni cariose, è compito del pedodontista anche quello di intercettare eventuali malocclusioni presenti nell’apparato masticatorio del bambino.
La cura dei denti da latte è molto importante perché i cosiddetti denti “decidui” svolgono molteplici ruoli:

  • guidano la crescita scheletrica nel bambino;
  • mantengono lo spazio e preparano il terreno ai denti permanenti;
  • consentono una corretta funzionalità fonetica e masticatoria.

Nel caso di problemi ai denti da latte, come ad esempio in presenza di infiammazioni, è possibile che insorgano anomalie anche a danno dei denti permanenti. Inoltre, qualora si perdesse un dente da latte in modo non naturale, ma a causa di un trauma o una carie, si renderà necessario l’inserimento di un mantenitore di spazio al fine di evitare l’insorgenza di malocclusioni causate dello spostamento dei denti decidui rimanenti.

Secondo i più autorevoli esperti in materia, la prima visita dal dentista dovrebbe avere luogo intorno al primo anno di età ed essere seguita da alcuni controlli successivi ogni 6 o 12 mesi all’incirca, anche in assenza di disturbi o patologie in atto.

Durante la prima visita il pedodontista fornirà ai genitori utili informazioni riguardo alla corretta igiene orale del bambino (compresi consigli riguardo al corretto utilizzo del biberon e del succhiotto). Nell’ambito di questa visita potrà anche essere prescritta l’applicazione topica di fluoro o la sua assunzione per via orale (utile, nella fase di sviluppo dei denti, per prevenire la carie, ridurre gli effetti dannosi della placca, rinforzare la struttura dello smalto e rimineralizzare il dente).

Il pedodontista suggerirà inoltre come evitare la cosiddetta “sindrome da biberon”, ovvero una grave carie dei denti da latte, che si sviluppa frequentemente nei bambini, favorita da un allattamento prolungato, un'igiene orale limitata e dall’assidua permanenza in bocca di biberon contenenti liquidi ricchi di zuccheri. Tale carie può colpire la faccia vestibolare dei denti anteriori ed essere causa di numerosi disturbi in età infantile.

Solitamente lo specialista in pedodonzia consiglierà ai genitori di non permettere ai propri figli di restare a lungo con il biberon in bocca, poiché le sostanze in esso contenute (come latte e succhi di frutta, ricchi di zuccheri) tenderanno a depositarsi sui loro dentini, aumentando il rischio della carie. In particolare, durante il sonno, quando il flusso salivare diminuisce (e insieme ad esso la detersione naturale dei denti) gli acidi prodotti dai batteri trovano terreno fertile per intaccare lo smalto, concorrendo all’insorgenza della carie.

Dr. Franco Massimo Casella - Corso Toscana, 107 - 10151 Torino - P.IVA 08285070010
Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Torino N. 2149
francomassimocasella@gmail.com

declino responsabilità | privacy | cookie policy | articoli

Tutte le informazioni pubblicate nel presente sito web sono diramate nel pieno rispetto delle linee guida del Codice di Deontologia Medica sulla "Pubblicità dell'informazione sanitaria" del 06/04/2007.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.



© 2015. «powered by Dentisti Italia. E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.